Crea sito

Estate 2017 – Consigli di lettura

L’estate! Una stagione ricca di colori e sapori e odori e sensazioni: l’oro del sole che si rispecchia sul mare e le fragranze pungenti del sale, la sabbia sotto i piedi, il calore di una limpida giornata, il rumore del mare che si infrange sugli scogli, le feste all’aria aperta, la musica che riempie i locali, il parco giochi, un gelato con gli amici, una “pizzata” in compagnia, la grigliata a ridosso della spiaggia, una nuotata in mare, la barca, le escursioni… le urla dei bambini (ecco, magari di queste sensazioni qui ne faremmo anche a meno). Insomma, una gran bella stagione che ti fa dimenticare gli angosciosi orari d’ufficio, o le lunghe ore di fatica passate dentro una fabbrica.

L’estate è un potente promemoria della ricchezza che ci circonda.

Non hai tempo di annoiarti, ma se pensi che tutto ciò non sia sufficiente segui i miei consigli e potrai fare anche qualche viaggio in luoghi fantastici, quei luoghi che solo le parole possono portare a te. Perché è vero che un’immagine vale più di mille parole, ma mille parole ti trasportano in un mondo del tutto diverso, nel mondo che ha creato un vero e proprio artista.

Parafrasando uno slogan:

un buon libro è per sempre.

E per sempre è il libro di Marco Mazzanti, “Ragazzi di carta”. Un libro dai toni metafisici, un viaggio a ritroso nella storia di un ragazzo, ma anche nel presente, con un altalenarsi di prosa e poesia, magistralmente dirette dall’autore. Attraverso eccessi di nostalgia, ma anche nella realizzazione dei valori fondamentali della vita, Marco ci racconta la precarietà dei rapporti interpersonali, i sogni di ragazzi qualsiasi, la vita. Ragazzi di carta non è un’autobiografia, ma è la testimonianza di una società che non dà certezze, dove il presente è quello che è (senza infamia e senza lode) e il futuro solo un’utopia.

web-copertina (3)

Da una recensione:

[…] La ricercatezza, la cura e l’attenzione al suono della frase sono elementi che a tratti quasi commuovono. […]

Il libro di Marco è un libro adatto a tutti, ti porta a riflettere, infonde calma, ti ricorda che la vita è anche armonia e suoni, quelli che ritrovi nelle versi stringati, ma incisivi, delle poesie contenute nella raccolta.

Link all’acquisto ebook Ragazzi di carta

Link all’acquisto cartaceo Ragazzi di carta

Ha i colori dell’estate il libro di Mechi Cena: Le femmine del babbuino. Una copertina che cattura e ti fa chiedere: che mai ci sarà scritto in quel libro? Ebbene, Mechi Cena, già noto per altri lavori, ci “racconta Laitano”:

“I commissari, i poliziotti, sono degli scrittori” -, scrive Mechi Cena, – “ricostruiscono passati, a volte li inventano. Li riscrivono” e Antonio Laitano è questo. Un poliziotto, vedovo, ammalato, confinato da qualche inciampo nella carriera in un commissariato che si chiama La Biscotteria.

femminedel

Una trama complessa, che inizia in Italia e ci trasporta fino in Russia, Eritrea, Etiopia e in Somalia. Investigazioni che si intrecciano, Sisme, Sisde, un’epoca: quella degli anni ’80.

Da una recensione:

E’stato come guardare un bel film che sotto sotto speri non finisca mai.

Un libro ben “studiato” dalla eccellente penna di Mechi Cena, un viaggio nei luoghi della guerra.

Link all’acquisto ebook Le femmine del babbuino

Link all’acquisto cartaceo Le femmine del babbuino

Il terzo libro di oggi è di tutt’altro genere e nasce dalla collaborazione della casa editrice Le Mezzelane con l’associazione culturale “Le Ragunanze”. Il presidente Michela Zanarella mi ha coinvolta (con mio grane piacere amante della poesia quale sono) in questa bella iniziativa culturale, dove poeti e scrittori, da quest’anno anche fotografi, si sono messi in gioco e hanno inviato poesie e racconti. Il libro raccoglie i testi dei vincitori e degli scrittori con menzione d’onore degli ultimi tre anni.

ragunanaze

Una miscellanea di emozioni in questa raccolta, tutte incentrate sulla natura, seguendo le tracce dettate da Caterina di Svezia che ideò “Le Ragunanze” di artisti con l’idea della sua Arcadia.

Link all’acquisto ebook Le Ragunanze

Link all’acquisto cartaceo Le Ragunanze

Anche oggi sono giunta alla fine. Ancora un pensiero sull’estate:

Non c’è che una stagione: l’estate. Tanto bella che le altre le girano attorno. L’autunno la ricorda, l’inverno la invoca, la primavera la invidia e tenta puerilmente di guastarla.
(Ennio Flaiano)

Ringrazio Gaia Cicaloni Designer per le copertine e Maria Grazia Beltrami per gli editing.

E ricordati che se scegli la lettura “con un click” risparmi foreste.

Xo Xo Rita Angelelli