Crea sito

Una felicità leggera leggera di Loriana Lucciarini, recensione a cura di Carla Parolisi

Ho appena finito di leggere il libro Una felicità leggera leggera di Loriana Lucciarini, edito da Le Mezzelane.

Vi svelo subito una frase che mi ha colpito e che ho appuntato, come è mia abitudine:

”Le emozioni hanno bisogno di essere nutrite, altrimenti avvizziscono come speranze irrealizzate”.

Di emozioni, in questo romanzo, se ne vivono tante. É un viaggio tra i tormenti di un uomo e una donna che non riescono a vivere liberamente il proprio amore. Uno di quegli amori che, contro ogni tua volontà, devi vivere, perché ne hai necessità. Mi sono appassionata tantissimo a questa storia d’amore bella, reale, vera, scritta in modo delicato e, allo stesso tempo, appassionato. Mi ha colpito l’estrema bravura dell’Autrice, che ha  interpretato magistralmente un doppio ruolo; ha dato voce ai pensieri maschili e femminili, raccontando una passione bruciante e inevitabile. Se l’intento dell’Autrice era, come ha scritto, farmi entrare nel cuore Miriam e Yair, ci è riuscita!

Ve lo consiglio e, per questo, vi lascio qui la sinossi e i riferimenti per l’acquisto. 

Una donna piena di sfumature.
Un uomo chiuso nel suo mondo grigio e spento.
Due cuori che s’incontrano trasformando la solitudine in colore.
Ma fino a che punto l’amore può diventare la ragione per tradire?

“Sono giorni che torno indietro con la mente agli attimi che abbiamo passato insieme, per continuare a dare loro forza e infondere nuovo impulso, ma i particolari iniziano a sbiadire, le immagini a confondersi. E io, con caparbietà, continuo ad aggrapparmi a essi, per non farli evaporare nei miei pensieri; per non dimenticare. Li trattengo ancora, per quel poco che riesco, ma non basta: stanno perdendo colori, odori, dettagli emozionali.
Perché il rischio è questo; più i giorni passano, più i frammenti di quei ricordi scivolano via, e l’unica cosa che può rimetterli insieme sei tu; poter ritrovare il tuo sorriso, riassaporare le tue labbra.
Vorrei poter avere la possibilità di capire, perché finora sono passata sopra a tante cose, a tante piccole sfumature nelle tue parole.

C’è un futuro per noi? Lo vogliamo? Lo vuoi?”

Quanto i legami e le paure possono impedire a Miriam di raggiungere quel pezzo di cielo che tanto desidera?

Un romanzo intenso e delicato, capace di scavare a fondo nell’anima, restituendoci squarci di emozioni inchiostrate di parole.

In ebook e su carta, acquistatelo qui

 

One thought on “Una felicità leggera leggera di Loriana Lucciarini, recensione a cura di Carla Parolisi

Comments are closed.